medicina

Frattura del femore

Introduzione

Se trovassimo uno scheletro umano messo in “disordine”, come faremmo a capire l’altezza di quest’uomo? Misurandone il femore! Questo infatti è l’osso più lungo del corpo umano e la sua lunghezza è proporzionale all’altezza di un soggetto.

Il femore può essere interessante da conoscere soprattutto per le situazioni infauste che vi sono associate. Infatti, non è infrequente sentire di fratture di femore, soprattutto negli anziani; spesso questa è una condizione che può risultare anche fatale.

Epidemiologia

La popolazione italiana sta invecchiando, soprattutto dall’inizio del nuovo millennio. Naturalmente l’aumentare dell’età media della popolazione e l’allungamento della vita media portano con loro una serie di possibili situazioni legate alla fragilità di questo tipo di pazienti. Per quanto riguarda le fratture del femore, abbiamo alcuni dati forniti dall’ARS (Azienda Regionale di Sanità) della Toscana.

Immagine

Si noti da questa tabella come il numero di pazienti con frattura di femore sia in continuo aumento a partire dal 2000: ciò è imputabile appunto all’aumento del numero di persone anziane. Nel 2008 si sono raggiunti addirittura i 100 000 ricoveri annui per frattura di femore.

Fattori di rischio

Bisogna distinguere i fattori di rischio per l’insorgenza di frattura di femore dai fattori di rischio per una progressione fatale di questo evento.

I soggetti più a rischio per le fratture di femore, fra i pazienti anziani (over 70), sono:

  • Donne (per la loro maggiore propensione ad avere problemi di osteoporosi)
  • Pazienti con insufficienza renale cronica
  • Pazienti con tumori ossei benigni
  • Pazienti con metastasi ossee
  • Pazienti con disturbi di malassorbimento intestinale

Fra le situazioni che possono peggiorare la prognosi vi sono una serie di parametri che contribuiscono alla determinazione del Charlson Comorbidity Index. Questo indice non è altro che una scala da 1 a 10 in cui ad ogni condizione patologica viene associato un numero; tanto più sarà alto questo valore, tanto più bassa sarà la possibilità di sopravvivenza dopo un evento traumatico (come nel caso di una frattura di femore).

Le situazioni da considerare sono ad esempio:

  • Diabete mellito
  • (Eventuali) disfunzioni epatiche
  • Scompenso cardiaco
  • Disturbi vascolari periferici
  • Disturbi respiratori

Trattamento

Se la frattura non risulta esposta, si aspetta che le condizioni del paziente si stabilizzino prima di poterlo portare in sala operatoria.

Se la frattura è composta ed obliqua, basta solo il gesso.

Nel caso in cui questa sia scomposta o vi sia frammentazione dell’osso a livello della frattura, si dovrà optare per l’intervento chirurgico.

A seconda della situazione della frattura e del paziente, si può utilizzare l’approccio del chiodo intramidollare (un chiodo lungo quanto tutto il femore piantato all’interno di questo per costituire la nuova struttura portante dell’osso) o la fissazione esterna con delle viti perpendicolari rispetto all’osso. frattura-femore-diafisi-chirurgia-463x1024

Molto importante nei pazienti anziani è la tempistica di intervento. Nel caso in cui si sospettasse una rottura di femore, il soggetto deve essere sottoposto quanto prima ad osservazione da parte del medico; alcuni studi hanno mostrato infatti la correlazione fra un intervento tempestivo e l’aumento della sopravvivenza dei pazienti. Anche due soli giorni di ritardo nell’intervenire possono cambiare di sei mesi l’aspettativa di vita del paziente.

Fonti:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3048257/pdf/11999_2010_Article_1530.pdf

https://www.healio.com/orthopedics/journals/ortho/2012-3-35-3/%7B67e71249-a97d-4fce-85b9-f43908ebbb23%7D/outcomes-of-elderly-patients-with-proximal-femoral-fractures-according-to-positive-criteria-for-surgical-treatment.pdf

https://www.ars.toscana.it/files/eventi/eventi_2012/osteoporosi_4-giugno-2012/presentazioni/piscitelli_4-giugno-2012.pdf

https://orthoinfo.aaos.org/en/diseases–conditions/femur-shaft-fractures-broken-thighbone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...